Lista Vivere Cassola - Sindaco Aldo Maroso

Le ultime News


03/09/2016 - 15:29

Nel capoluogo le medie traslocano e lasciano il plesso parrocchiale

Da Il Gazzettino del 31 agosto 2016

16/06/2016 - 00:31

ECOBONUS 2016

Avviso di pubblicazione del bando 2016 per l'assegnazione di contributi finalizzati ad incentivare l'efficienza energetica e la sicurezza, la qualità urbana e la tutela ambientale degli edifici residenziali (D.G.C. nr. 94 del 06/06/2016).

05/06/2016 - 11:27

Convocazione Consiglio Comunale del 09/06/2016

Vivere Cassola: lista civica del sindaco di Cassola Aldo Maroso
La Lista Civica “Vivere Cassola” è un Progetto di innovazione amministrativa e culturale che nasce dalla grande voglia di cambiamento che si respira tra la gente di Cassola.

IL NOSTRO SIMBOLO E I SUOI VALORI

Il nome “Vivere Cassola” e l'immagine grafica prendono forma dal colore arancione, colore del vivere, dell’energia, dell’essere attivi e propositivi. Il bambino e l'adulto, simbolo della famiglia, che inneggiano alla parola “Vivere” sono simbolo di partecipazione, di forza, di entusiasmo. Vivere non è inteso come “sopravvivere” né come “esistere” né come “abitare” ma come “stare bene nella comunità”, avere il desiderio di restarci, far venir voglia agli altri di venirci a stare perchè qui si sta bene.

COME VOGLIAMO AMMINISTRARE

Gli strumenti fondamentali con i quali concretizzare i valori del progetto sono la trasparenza (è l'atteggiamento che avranno gli amministratori verso i cittadini: “Il municipio sia una casa di vetro”) e la partecipazione (l'atteggiamento dei cittadini verso gli amministratori effetto della trasparenza). Solo così una comunità cresce. Non ci sono “vie regie” per la crescita del senso civico.

LE MOTIVAZIONI DELLA NOSTRA SQUADRA

(1) Il progetto non è “partito dai partiti” ma da cittadini al di fuori delle tradizionali aree ideologiche
(2) Il candidato sindaco è uno dei frutti del lavoro del gruppo che ha costruito il progetto. E non viceversa
(3) In Vivere Cassola sarà una squadra ad amministrare e condividere le responsabilità, e non una sola persona, e lo farà attraverso gli strumenti della trasparenza e partecipazione, per consentire la formazione di altri amministratori.
(4) La percezione, forte e diffusa che la gente voglia un cambiamento radicale, e che questo possa essere un cambiamento epocale.