Il consiglio comunale avrà il primo presidente

Il Gazzettino 18/08/2014

CASSOLA - Sarà eletto in una delle prossime sedute il primo presidente del consiglio comunale di Cassola, una figura istituzionale non obbligatoria che è stata introdotta con l'approvazione di alcune modifiche allo statuto. A presentare la novità, nell'ultima seduta dell'assemblea civica, è stata il consigliere comunale di maggioranza Anna Zanon: «Abbiamo ritenuto opportuna questa introduzione per il carico di lavoro che spetta alle figure istituzionali già presenti», ha spiegato, «e perché il nostro Comune si avvicina alla soglia dei 15mila abitanti. Abbiamo allora previsto di aggiungere all'articolo 16 dello statuto la figura del presidente del consiglio che rappresenta l'intero consiglio comunale, convoca le sedute, predispone gli ordini del giorno, dirige e modera il dibattito. Questo verrà eletto a maggioranza assoluta, e se verrà eletto un consigliere di maggioranza è nostra intenzione rinunciare all'indennità prevista dalla legge, destinando l'importo ad un'altra voce del bilancio». Dai banchi dell'opposizione, il gruppo Silvia per te ha espresso la sua contrarietà con il consigliere Simone Manocchi: «Non ravvediamo l'utilità di eleggere un presidente, in quanto figura non fondamentale per il buon funzionamento del consiglio comunale - ha replicato - e visto che la direzione del dibattito può essere esercitata dal sindaco. Inoltre la garanzia di una persona al di sopra delle parti è data dalla presenza del segretario comunale. Eleggere un presidente è come mettere un vigile a dirigere il traffico in mezzo a una rotatoria». A prendere le difese di questa scelta ritenendola indispensabile è stato quindi il sindaco Aldo Maroso, anche alla luce della sua precedente esperienza da consigliere, prima dell'approvazione con il voto contrario della minoranza. Nella stessa seduta il primo cittadino ha comunicato anche gli ultimi incarichi di collaborazione diretta con il sindaco e gli assessori competenti che sono conferiti ai consiglieri della sua squadra, suddivisi per diverse materie: Simone Bresolin si occuperà di ambiente, Marco Giacobbo di pubblica istruzione, Giulia Milani di politiche giovanili, Elsa Antonia Simonetto di bilancio e tributi, Luca Visentin di attività produttive e Anna Zanon di cultura. Altra novità è l'approvazione definitiva del regolamento per la trasmissione audio-video delle sedute di consiglio, che ha visto accolte e inserite anche alcune proposte arrivate dall'opposizione in sede di commissione. Anche per questo motivo la minoranza ha scelto di astenersi sul provvedimento.
G.G.

Confronto candidati: si parla dei consigli in streaming

I due candidati sindaco rispondono ad una domanda del pubblico riguardo la videoripresa dei consigli comunali e dello spostamento degli orari di svolgimento.

Il consiglio comunale on-line

Uno dei punti di programma molto importante è la trasparenza in consiglio comunale. Trasparenza che sarà ottenuta anche tramite sedute del consiglio svolte in orari favorevoli all’affluenza di pubblico e la trasmissione in streaming. Ciò sgnifica che il consiglio comunale sarà finalmente on line, accessibile a tutti in ogni momento, dal proprio computer di casa o in mobilità.
Verrà data in questo modo la possibilità per tutti i cittadini di conoscere cosa si fa in Comune e di interagire con gli amministratori. Tutti i cittadini diventeranno protagonisti della vita pubblica!

 

Abbonamento a RSS - on line